I ragazzi tornano per aiutare altri ragazzi!
(domenica 28 aprile 2019)

  • Preparare una verifica, un’interrogazione in una serata… un esame in un paio di giorni!
  • Riuscire a leggere e ricordare 300 pagine in meno di un’ora!
  • Superare l’ansia da prestazione e essere più calmi e sereni sotto stress
  • Scoprire di poter fare meglio, molto meglio e… con meno sforzo.

Fatto!
Ma… Tutto questo NON BASTAVA
Non bastava almeno per loro!

20 ragazzi e ragazze sotto i 17 anni (fino ad un piccolo campione di 8 anni!) torneranno quest’estate all’esperienza che ha cambiato loro il modo di vedere la scuola e la vita di tutti i giorni!

Il Change Your Life sessione estiva (mettere data fra parentesi) quest’anno ha chiuso le iscrizioni a 62 ragazzi e ci sarà una bellissima novità!
Alcuni dei ragazzi venuti l’anno scorso per fare una “vacanza altamente educativa” (così loro stessi l’hanno definita alla fine) e per imparare il metodo di studio Lettura Tridimensionale, torneranno!
Torneranno come membri onorari dello staff:
Vogliamo aiutare altri ragazzi come noi a tirare fuori il loro potenziale e superare le paure che anche noi abbiamo avuto, perché l’anno scorso abbiamo imparato che insieme è sempre meglio!
(C.U. 16 anni, una delle ragazze)

Si sono quindi ritrovati la scorsa settimana nell’associazione Le Sei Direzioni che ha ospitato questo incontro e ha visto questi piccoli grandi ragazzi cimentarsi in una…
—> PROVA A SORPRESA! <—

In 16 su 20 hanno detto di essere pronti ad accompagnare chi arriverà… ma abbiamo voluto metterli alla prova.

LEGGERE UN LIBRO MAI VISTO
IN CIRCA 40 MINUTI
E SAPERLO RACCONTARE 🙂

Il risultato è stato poco più che eccezionale!

Oltre ad aver confermato i 16 ragazzi che si erano proposti, anche i 4 che non se la sono sentita hanno cambiato idea e verranno anche loro, a patto che migliorino ancora le materie scolastiche in cui ancora non hanno avuto dei buoni risultati, era infatti questo il loro giusto dubbio…

Anche se hanno confessato che il voto basso che ancora hanno a scuola è dovuto maggiormente alla “poca compatibilità” con il/la docente in questione rispetto al risultato e alla loro reale conoscenza della materia.
Quest’ultima condizione (suggerita dagli stessi ragazzi) è stata forse la più bella conquista della giornata.
Infatti i ragazzi si sono divertiti e hanno fatto un passo in più nella comprensione di ciò che significa essere responsabili.

Eh sì… stanno proprio crescendo questi piccoli grandi ragazzi! 😉